fbpx

Frammenti | Tunnel Espositivo Duomo

Frammento è la suggestione, il riferimento materico e concreto al tipo di intervento. Si prende un pezzo del momento e del suo processo di costruzione e lo si de-contestualizza riproponendo sotto forma di installazione il “cantiere del Duomo”.

Il frammento è ovunque: nelle foto, nel racconto, nell’oggetto tunnel, nelle parti di guglie esposte, negli arredi, nell’illuminazione e nei tessuti.Frammento dal quale partire per il racconto del tutto:  il retroscena, i lavori e i restauri  riguardanti il Museo del Duomo.

Il progetto è articolato sull’ elaborazione di un percorso che collega il sagrato del Duomo a Palazzo Reale attraverso una linea ideale orientata con l’inclinazione di piazza reale. Il tunnel vuole essere ricucitura tra due emergenze storiche, rappresentative dell’area d’intervento e punti di riferimento per Milano. Si sviluppa in questo modo un vero percorso espositivo che ospita la mostra del fotografo Massimo Zingardi, giornalista e fotoreporter, art director di Sette – Corriere della Sera,  che racconta i lavori di back stage del restauro del museo del Duomo e delle realtà che gravitano intorno alla conservazione, restauro e organizzazione dei tesori del Duomo.

L’esposizione si avvale di una struttura a ponteggio che definisce il tema dell’intervento. Si dialoga con un contesto in costante trasformazione per cui la scelta di lavorare con una struttura di tubi innocenti vuole enfatizzare e sottolineare la fase di passaggio alla quale si fa riferimento e definire un momento storico così importante come quello della riapertura del Museo del Duomo.

Le foto a bandiera articolano il percorso lineare e la visuale prospettica, quelle inclinate pongono l’attenzione su dettagli mentre l’esposizione a tunnel permette di  far percepire la grandezza e maestosità della statuaria del Duomo. L’illuminazione si sviluppa per la lunghezza e sottolinea lo sviluppo longitudinale del percorso espositivo.

Utile dal punto di vista comunicativo la scritta “Museo del Duomo” così come anche il totem con il richiamo alla mostra, posizionato in prossimità del Duomo e la scritta “LONGH COME LA FABBRICA DEL DOMM”, a pavimento

Il sistema costituito da tutti questi elementi vuole enfatizzare e valorizzare l’installazione temporanea al fine di puntare i riflettori all’inaugurazione del Museo del Duomo che racchiuderà  i tesori riguardanti il simbolo di Milano, e che dopo tanti anni, verranno restituiti ai milanesi.

Data

novembre, 2013

Share

LASCIA LA SCIA s.n.c. di Crepaldi Valentina & C. | Via Carlo Boncompagni 57, Milano | P.IVA e C.F. 07981090967

Privacy e Cookie Policy